Presentati

Ho sempre amato definirmi “una persona seria che non ama prendersi troppo sul serio”, sono una ragazza curiosa, che ama scoprire e capire le cose, sono una spugna che assorbe tutto ciò di cui viene a conoscenza, sono passionale e selvaggia, elegante e posata, sono un’orgogliosa dicotomia vivente di 26 anni, chiamata Veronica.

Presenta il tuo blog

Véronique Très Jolie è il mio contenitore di passioni, in primis la scrittura. Da ragazzina scrivevo ‘romanzi’ di poche pagine, e disegnavo anche la copertina, sognando il mio libro in libreria…del resto sono sempre stata una convinta sognatrice!

Il mio blog mi ha permesso di scrivere, di esprimermi, di fotografare, di dipingere il mio viso con tanti colori , di sognare la Haute Couture parigina, di unire insomma diverse passioni, soprattutto quella per il make up; non c’è nulla di più bello del creare ogni giorno un viso diverso su se stesse!

Quale pensi che sia il rapporto tra moda e tecnologia e come pensi che evolverà nel corso dei prossimi anni?

A partire dalla mente dei grandi couturiers tutto è tecnologia, e nell’accezione moderna altro non è che un’appendice della comunicazione e delle relazioni che ne derivano, un loro strumento talmente stretto da divenirne parte integrante.

La tecnologia è il mezzo più veloce per restare in contatto e sarà ancor di più il mezzo per comunicare, soprattutto in un settore come la moda, che della comunicazione immediata e in movimento fa il suo punto di forza.

Quale pensi che sarà il futuro della moda?

Più che un pensiero, ho una speranza: che la moda possa conoscere personalità pure, non stereotipizzate, non volgarmente eccentriche, come troppo spesso si vede.

La moda è arte, e anche chi osa avvicinarsi ad essa deve essere in grado di percepirla, per questo motivo la mia speranza per il futuro della moda è che ci sia più arte da respirare e meno esibizione spacciata per dimostrazione di carattere, ma in realtà priva di personalità.

Il tema di questa edizione di FashionCamp è rEvolution: cosa significa per te?

L’uomo ha sempre avuto bisogno di cambiamenti in ogni settore e la moda stessa è un continuum di mutazioni, tutto rappresenta un’evoluzione, un passo in avanti verso qualcosa di ignoto, e il mio pensiero verso questa tematica è che l’evoluzione possa quest’anno essere una rivoluzione, non semplicemente un passo in avanti, ma un passo in avanti verso qualcosa di nuovo, di diverso, di finalmente sconvolgente.

Share